Le mie vacanze

Vabbeh, ricomincio le appiccicate, con l’idea di mettere qui le parole di questo agosto lungo e interessante. La scena è quasi sempre la Valle d’Ayas ed i dintorni del Monte Rosa. I giretti più interessanti li ho già appiccicati qui, se vuoi vedere.

Sento l’acqua nel fiume oltre il bosco
nera coltre di fresco e mistero
inframmezzo dell’ombra tra i muschi
mio selvatico istinto inespresso

Corre l’acqua del fiume e oltre il bosco
sembra libera ma urla nel vento
come me inadatta ed incongrua
che non può ritornare alla fonte

1.VIII.2014

Questa è la versione in inglese

Annunci

7 pensieri su “Le mie vacanze

  1. …girare per la valle d’ayas
    leggendo
    judy
    ritmata di sillabe
    come xilofono
    che
    suona
    di boschi
    e salti d’acque
    ed evapora concerti alpestri al vento spandendoli d’echi lievi
    gli occhi d’altri
    portandoseli così…
    con sé…
    han percorsi odorosi e gioire di luoghi

    intorno al monte rosa
    gli occhi miei all’ottavo piano
    spaziando i tetti di milano
    questo mio agosto tanto negletto
    quelle valli calpestate
    hanno
    perso
    ahimè
    ignari
    tanto vivere disteso intenso

  2. Buffo: anche io, prima, abitavo all’ottavo piano in una delle case più alte della mia città. Il balcone del soggiorno dava proprio sulle Alpi ed il Monte Rosa era sempre lì, nelle giornate serene, e quando la luce inondava tutta la casa (era tantissima luce, e la rimpiango), la montagna si ergeva sopra tutto il resto e mi guardava da lontano.
    Ora sono a pianterreno, in perenne ombra… ma con altri vantaggi…

  3. PER CRISTINA!!!!
    Perdonami, Cristina, sì, tu, che hai detto che questa roba ti piace… Sono venuta a visitare le tue immagini ed ho lasciato anche io un “mi piace” su quella che più mi ha colpita … ma volevo lasciarti alcune parole di commento e di spiegazione, ma non ho trovato il modo di farlo sul tuo blog… se mi leggi qui… dimmi come posso farlo (se vuoi).
    Un abbraccio.
    Ciao!

    • Ed io, che non pongo “mi piace”, perché sono invidiosa (sic) delle altrui bravure, io dei colori e delle linee e dei movimenti e delle luci e delle ombre, che i quadri suoi hanno tanto belli, non per invidia questa volta ma per bisogni dello spirito, vorrei avere eguali parole per l miei dire inutili, che risplenderebbero così, quadri dipinti di parole, anche loro belli in bella mostra…

      (A me pare che c’è un link a comunicare con lei per email).

  4. lol … controllerò la possibilità di mail, allora …
    P.S.: ti ho mai detto di tutta la mia invidia per chi sa disegnare e raccontare (-rsi) per immagini?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...