Sagome

…una sagoma
e anche più d’una
è come aria che si respira
come l’aria mi manca quando vien meno la sua presenza
e quando è presente scioglie ogni mio pensiero
e ogni mio pensiero lega
ed è
il dire
nella sagoma tutto compresso
perché io…

ammutolisco

7 pensieri su “Sagome

  1. …ho fatto questo sogno
    nelle tenebre come ci vedessi
    si era in tanti
    tutti sommi
    nell’arte dello scrivere il dire
    e io scrivevo
    e tutti leggevano
    e ciascuna voce era un timbro diverso
    e una propria altezza
    alcuni ritornavano indietro nella lettura e con
    gli altri che andavano avanti
    l’armonia era perfetta
    e melodico
    l’insieme dei timbri e delle altezze
    e delle armoniche
    poi tutti tacevano
    e nel lento smorzarsi delle voci
    s’alzava la voce d’un solista
    come a raccogliere delicatamente tutte le altre spente
    perché non si perdessero
    e le altre
    s’aprivano poi
    a nuovi accenti
    a nuove policromie
    decorando di contro canti quella voce solista che poi lenta taceva
    e lo scrivere così non ebbe fine
    e il leggere
    ne batté il ritmo…
    continuo
    incantevole
    bello

    fu tutto come vero intenso
    ma io non so cosa scrissi di tanto bello al leggere di tanti
    e il risveglio mi fu amaro…
    perché io non scrivo
    tanto

  2. …questo
    lo
    creo
    volontariamente
    nella dimensione grafica che second life porta al mio monitor
    seduta comodamente a casa
    il mio gatto nero dalle zampine bianche in grembo
    addormentato
    i suoi sogni espressi da un lieve farfuglio di musino inciso bello
    una zampetta scossa
    un completo abbandono sereno
    io
    vigile
    di lui e di me nel monitor in un luogo di concerti
    che le note arrivano per meandri complessi
    e io ascolto
    e io mi siedo allo strumento
    e io mi fingo
    le mie mani a quello strumento produrre tanto
    solista
    tra tanti altri d’una orchestra
    che è solo di note
    timbri
    e altezze
    e armoniche
    e di null’altro e
    la mia costanza impegnata
    raccogliere
    d’un altro
    il suo sogno a uno strumento accanto a me…

    ed essere ora in due
    e più avanti
    forse anche in
    tre
    una piccola orchestra
    non solo
    nella
    mia
    mente

    le mie mani che mai sapranno fare tanto

  3. …sono a raccoglier denari
    sui treni metropolitani
    in tanti
    e tanti son d’uno o due strumenti
    strimpellatori lesti
    perché più treni
    hanno
    da fare
    nella giornata
    e nulla li tormenta del gracidar sgradevole che fanno…
    eccitati come sono a far denari

    è come assente
    nella sua mente tutta presa
    passa una stazione
    e poi un’altra ancora
    e lei minuta e goffa d’abiti e portamento
    ha le dita
    come fossero l’unica cosa sua
    sulla tastiera d’ebano
    d’uno
    strumentino
    logoro
    da mostrare mosse leggere di danze allegre… agili e belle

    venne la mia stazione dopo altre e lei rimase lì del suo canto incanto

  4. Odio quando me lo chiedono (cosa che capita raramente, perché le mie cose non si leggono), però, per favore, mi spieghi la prima? Le “sagome”, dico… che sono?

    • Sagome sono, di tutti quelli che comunque incontro e che mai conoscerò, quelli che il vederli inteneriscono in qualche modo: tu, per esempio, non sei una sagoma, la ragazza del violino sul metrò è una sagoma. Però, prima di essere stata colta da te, tu sei stata una sagoma… Conoscendoti poi sei Judy, una amica di cui apprezzo la parte dei pensieri che mi hai trasmesso e che ogni giorno entrando qui spero di trovarne uno in più. Più semplicemente: una sagoma al vaglio raramente diventa una Judy, che continua ad intenerire in modi ora consapevoli.

      Ma una sagoma che rimane tale, ti rende muto. Il solo pensiero possibile è: mi piacerebbe conoscerla. Tutto il resto è nella sagoma compresso e ignoto. E il mondo che nasconde è, in potenza, ricco (come poi è risultato ricco il tuo) e, come l’aria, lo respiri, vitale.

      Sagome, il mio mondo ne ha tante! da sempre… Qualcuna affiora e alcune io le ho poste qui!

      Bé, lo so che sono scema… Si, lo sono!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...