Fantasia

Sola e come in un sogno importuno
vado in me, oltre me, fino a
strano incanto di trine e di pizzo
perso luogo di neri fantasmi

Come giovane gatta io, nera,
scura ombra nel buio di arbusti
guardo te coi miei occhi dorati,
sempre libera e senza catene

Così indosso un collare da gatta
rosso e piccolo un bronzo, un sonaglio
che a ogni balzo del corpo risuona
mentre danzo per te come adesso

Sola veste ora è questo collare.
Torna fresca e selvaggia la pelle
come quando l’amore mi riempie
e mi muove in un soffio gentile

Come il rosso collare tintinno:
una giovane donna che insonne
gioca con sogni dolci e  leggeri …
I tuoi occhi puliti, il sorriso

tuo che è dolce e che è caro ricerco

 

Aspettando il sonno, Helvete Norge Fjord, 23 agosto 2015

L’originale in inglese è qui purtroppo, poiché le parole in italiano sono più lunghe, non riesco a tradurre tutto e questa versione per rispettare la metrica è “tagliata” nei contenuti rispetto all’originale

 

Annunci

16 pensieri su “Fantasia

  1. …è al pallone sulla strada coi suoi compagni
    fulvo
    non teme lo scontro
    e dribbla
    ardito
    finché la porta non regge e
    al suo assalto
    è
    rete…
    tra grida di vincitori e di sconfitti un subbuglio

    con le mie compagne all’angolo sferruzzando cianciamo gnorri

  2. …d’un rocchetto esaurito
    nel legno piantati sei chiodini intorno al foro
    mozzi
    di
    teste
    lise
    è il nostro istrumento
    con un uncinetto sferruzzando
    un gomitolo di raion si rende un gomitolo di cordino
    animato
    d’un filo di cotone adeguato
    e il lavoro cresce lento in strada cianciando tra di noi compagne,,,

  3. …l’estate rende
    dell’autarchia ancora in auge
    i ricci esplosi
    di ciuffi candidi di cotone
    che mani nodose di vecchi in strada seduti
    leste separano il seme dalla fibra
    e il riccio che non temono
    di ciascuno fanno un cumulo
    e il cumulo di fibre
    nelle mani di vecchie ora come quelli in strada all’uscio sedute
    abili
    di fusi
    rendono
    di gomitoli
    filati per ogni uso…

    e le vecchiaie così sono per un periodo dagli assopimenti inevitabili tolte

  4. Ognuno sta solo sul cuor della terra
    trafitto da un raggio di sole:
    ed è subito sera.

    Salvatore Quasimodo 1943

    (ecco perché)

  5. lol … non so se ha senso ciò che dici …. anzi, ha senso, quindi devi mettere le didascalie a sé, che sennò mica si capisce… E smettila di darti della stupida, che evidentemente non lo sei affatto!

    • Lo sono per ignoranza, per i miei molti assai limiti, per… ma importa assai di più il tuo evidentemente non lo sei affatto! Un bacio, un sorriso.

  6. …meringa
    beh quella classica da forno la conoscono tutti
    a me non piace
    ma
    la crema
    è tutt’altra roba e delizia il palato

    la tv è colma di preparazioni culinarie in diretta e
    ieri
    è stato il turno di un dolce al cioccolato
    e crema
    di meringa
    una roba semplice da fare

    si compone di tre parti
    la più semplice delle quali è l’ultima
    una glasse al cioccolato e
    la base
    invece
    è un tortino pure lui al cioccolato tanto per cambiare

    e qui arriva la crema di meringa
    sormonta il tortino con un bel ricciolo candido
    e poi accoglie
    la
    glasse
    occorre una stagionatura in frigo prima di consumare

    le ricette e il tutorial li trovate qui
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-c404e04c-64c6-47e6-9eec-7ecffd947bd1.html
    e…
    invitate parenti e amici
    per gustare

  7. …che festa una festa di buffet ricco
    ci sono pasticcini e
    salatini e
    tartine e
    coscette di pollo e
    polpettine e
    frutti di mare e fritti misti
    e tanti altri stuzzichini a iosa
    in tutto il gran tavolo e
    in un angolo
    tre latte enormi di caviale
    e cucchiaini
    per coprire tostini invitanti assai
    si beve solo champagne
    e le bottiglie
    sono
    come torri a bologna
    dappertutto
    lampade pendono dalla volta a botte d’una antica vineria
    mani tante mascelle un gran da fare visi deliziati occhi a cercare… è
    danza affollata che balla al suono di se stessa… soddisfatta

    palco platea attori spettatori non c’è differenza è una grande festa

    • Come in tutti i salmi, anche i convegni politici finiscono in gloria: quello lo fu della sezione provinciale del partito Liberale. Si tenne nel casino di campagna d’un ricco e a sue spese. Io non avevo ancora vent’anni.

  8. Quando c’è da mangiare a sbafo i pochi si moltiplicano e sono molti subito: il padrone di casa lo sapeva e fu munifico. Io ero tra i moltiplicati portata da mio cognato Liberale e mia sorella al seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...