Nera torna

Nera torna la terra d’inverno,
stretto è il cuore tra brutti pensieri.
Vorrei luce di nuovo negli occhi
tuoi, sorriso tra labbra gentili

 

Nera torna la terra d’inverno
rivoltata da chi la lavora.
Prego Dio che rigiri la vita
mia che cresca anche dentro il mio freddo

 

Nera torno anche io nell’inverno
come grasso terreno che si ara
seppellendo ogni verde dell’erba.
Lascia che dentro me vita cresca

 

Qui la versione inglese, che non so rendere qui nelle sue alliterazioni

Annunci

5 pensieri su “Nera torna

  1. …la nina
    nera di pelle
    bruciata
    quando non era criata a ore
    era
    nel suo orto
    curato
    bene
    tutto l’anno da sola
    e vi sfamava le tante bocche di casa e
    vendendo il più
    arrotondava il suo magro salario
    con altre lirette così
    per i bisogni dei suoi che l’orto non poteva

    asciutta alta sempre a piedi nudi dai bei capelli lunghi corvini tacita

    la nina
    non era mai stanca
    vera forza attiva personificata
    su di lei tutti… si
    appoggiavano…

    le sue ossa martoriate un giaciglio accoglieva la notte appoggiandola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...