Una calma letizia

Isola di San Giulio, Lago d’Orta. Foto mia del 2013

 

Miti antichi raccontano storie
di serpenti e di draghi, di male
annidato in un’isola cupa
di pagani e di riti perversi

Ora invade serena ogni anfratto
e una calma letizia ci accoglie.
Nere monache curve per gli anni
e novizie sorridono liete

Millenaria basilica tinta
di colori di vita d’allora,
di presente certezza e dal canto
delle donne serene in convento

Della pace vorrei ritrovare
e di gioia presente il sentiero.
Mi sussurra ogni onda dolcezza
eppur ferma speranza già adesso

 

Isola di San Giulio, 26.VI.2016

Versione inglese

Annunci

11 pensieri su “Una calma letizia

  1. …è di porfido
    a grana fine
    brillano i quarzi e le miche
    primeggiano i granuli ferrosi
    è di colore bruno
    sta sul palmo d’una mano…
    timida…

    non è un sampietrino
    grasso
    e poderoso

    è una smilza piastrella sperduta proviene dalle polveri cosmiche

  2. Una piastrella di porfido staccata da un (sampietrino) bolognino. La sua origine effusiva non eguaglia l’età della condrite, i suoi elementi si.

  3. Ottimo Fermacarte poco ingombrante… Se lo sapessi lucidare anche uno Splendido Soprammobile.

    Inizia domani: auto – traghetto genova palermo – auto. Mi accodo al viaggio di una nipote per ritornare alle mie origini insulari che la memoria conserva vecchie di 50 anni. E tu? vacanze sempre nell’arco alpino? E dove?

  4. (nella linea del tempo… inesorabilmente stonata)

    …non dove io fui zittita
    appena ieri
    da un che offender non voleva ma
    il mio zufolare
    suo malgrado per non offendere definito bello
    a lui era
    fastidioso…
    assai

    così che a settantacinque anni completo l’adagio che dice
    non c’è due senza tre
    che a sette fu il primo dal mio maestro atterrata secca
    e già adulta il secondo
    dal sacrestano cieco irritato d’una piccola parrocchia antoniana
    loro due primi senza il timor garbato del terzo
    che offendere
    mi disse
    gli dispiaceva…
    sicuramente ora per la mia splendida canizie ben in vista

    non c’è offesa alcuna io mortificata assai balbettai zittendomi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...