c’è un problema

c’è un problema
cosmologico
in principio s’era in un punto
geometrico
ma dove collocato
questo è un altro problema
teologico
forse
comunque impossibile da risolvere perché
a noi che siamo dentro al punto
ora espanso con un raggio di 46 miliardi di anni luce
in continuo aumento
non è consentito
guardare
oltre
per via della curvatura
spazio-tempo
che tutto tiene dentro e nulla
può sfuggire

la scienza non può dire di ciò che non vede
ma è innegabile
ci espandiamo
e non sappiamo dove

in Dio è la risposta mia la mia fiducia e conforta al cospetto del materialismo

2 pensieri su “c’è un problema

  1. Io, credente, e a suo tempo ricercatrice, non ho mai avuto la preoccupazione che l’una cosa contraddicesse l’altra.
    Solo, ad un certo punto della conoscenza (che non è solo scienza) si giunge ad un bivio fatto di opzione pura.
    Il trucco è non inglobare mai tale opzione in una ideologia, ancorché di derivazione religiosa o scientista.

    • Materialismo e scienza non sono un binomio che va necessariamente a braccetto come non lo sono superstizione e ignoranza. Si cresce invecchiando nella costante presenza del proprio io: alcuni ne sono consapevoli; altri inebriati; moltissimi indifferenti, abulici, ma non immuni da risvegli. I primi due fanno i saggi e i dominanti, i terzi compongono le schiere dei primi due.

      Questo accadeva agli angeli, che di Dio ne hanno scienza; questo accade a noi che non ne abbiamo.

      E’ il grande regalo che Dio ha dato alla vita intelligente: scegliere in libertà anche nelle condizioni più condizionanti.

      E’ ovvio, la mia è la posizione di una dei tanti terzi, che i saggi attirano alle schiere di Dio: una credente fragile, però, che la debolezza non la rende immune dall’essere schiera di quarti, che non sono con gli uni e nemmeno con gli altri.

      Nel sociale, mi appoggio alle ideologie, senza le quali le società complesse affondano: non essendo attratta dai secondi, cerco di rimanere nell’area di quelli che credono l’umanità essere una società unica. E che la tecnologia di oggi rende possibile e auspicabile, anche se si dilatano, e non da poco, le complessità e i rischi di governo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...