Mi manchi

 

Come un gatto già vecchio riscaldo
il mio pelo e la pelle nel sole
che ha perduto lo zenith e scende
solo tiepido verso le Alpi

 

Guardo indietro nel tempo mio, molto,
imprecando al suo ritmo d’ossesso.
Vedo errori e pulsioni irrisolte,
corruzione di anafore smorte

 

E’ il Tuo Avvento, l’ennesima volta,
e Ti attendo seduta sul mucchio
d’occasioni già perse e disperse
per accidia o tranelli, io, inetta

 

Vieni ancora, Te prego comunque
e la Mamma Tua dolce, mia Mamma.
Sono come un acridide goffo
nel suo volo stentato.
                       Mi manchi

 

17.XI.2017

 

English version

Annunci

2 pensieri su “Mi manchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...