Baux

Foto di JudyBarton, 2018

Francamente, pensavo esistesse solo in una strana canzone di Branduardi…

Non esistono più le sue stanze
né la torre merlata. Il castello
è ridotto a turistico spunto,
le sue pietre squadrate disperse

Resta vivo il paese e la roccia
bianca ancora si vive e si taglia
mentre il pino ed il leccio in boscaglia
calma e tiepida e verde si spande

La distrutta potenza di un tempo,
lo splendore di arazzi e velluti,
l’opulenza e la gloria ormai spenti
sono pallido spettro distante

Come Baux spesso sono fantasma
di passate illusioni e speranze
Le mie pietre ormai vecchie riciclo,
come sogno, illusoria presenza

Vorrei essere più, esser vita
dovrei essere chi Tu hai chiamato.
C’è un me dentro il mio cuore squadrato
di scoprirlo Ti prego e venire

 

Baux, 3.IV.2018

 

Versione inglese

Annunci

3 pensieri su “Baux

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...