i mitili

o cozze

tempo ora lontano assai
a messina
le vendevano in strada
le cozze
da mangiarsi crude
con mezzo limone spremuto nella bivalva aperta
l’apriva con maestria il venditore
che dava pure il limone
mangiarne
una dozzina
era da campioni

ma
a casa
aperte in tegame coperto con tre spicchi d’aglio e sgusciate
farciscono bene la frittata

sbattute bene le uova
che devono essere a temperatura ambiente
aggiungere il pane e il formaggio grattati
un trito fino di prezzemolo
sale
poco che lo tengono già le cozze e il formaggio
pepe nero macinato lì
le cozze scolate
e tre cucchiai del loro liquido

in padella non aderente unta d’olio
cuocere sinché rapprende in superficie
rivoltare
terminare la cottura

è…
da servire calda

come antipasto o piatto unico che accompagna bene il pane e il vino bianco

2 pensieri su “i mitili

    • A Messina, ove lo stretto s’apre al Tirreno, c’è Ganzirri, una sua frazione, che il mare ha in laguna, quanto un lago di montagna ampio: è tutto a cozze, su filari di cordame impilatati che tessono il lago. Il lungo lago è un susseguirsi di chi il mare lo propone servito, che altro non servono. E le cozze condiscono fumanti linguine, a pranzo sempre consumate all’aperto. E si usano le dita per liberarsi dalle valve; è uno spettacolo anche visivo: del piatto sotto gli occhi, dei monti e il mare e la laguna tutt’intorno, ciascuno coi suoi profumi e colori. Il cielo, tra le linee dei colli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...