Crepuscolo

JB, quella sera

Dal loggiato vi guardo lontani
mentre luce colora finestre
oltre il pozzo di notte del lago
Un crepuscolo stringe ora il mondo

Siete là, nelle case, normali
le faccende di sempre, le risa;
si prepara la cena, si torna
dal lavoro a dimore accoglienti

Ma sul mondo c’è un’ombra potente
che rinforza terrori di bui
neri come di demoni fiato.
Fammi serva di te, Dio del mondo

28.I.2019

 

Versione inglese

Annunci

3 pensieri su “Crepuscolo

  1. in alcune, forse non poche, case disperate, nei pianti, non accoglienti, il presente angoscia del futuro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...