ma non sarà altrettanto buono

io che fui partorita l’anno che il regime ci buttò armigeri
per l’europa orientale
la russia
e l’africa
settentrionale
(per non dir di quella orientale ove fummo anche carnefici)
prendendo batoste da tutti
tanto che in grecia e in africa dovettero intervenire i teutonici
e in russia fu una carneficina annunciata
fui svezzata di pane casalingo
che tutti s’avea a disposizione un forno
o per averlo in casa
o per servirsi di quello pubblico
e il pane così prodotto durava buono sino a due settimane
se s’impastava
semola
di grano duro di unica provenienza
e lievito madre
che oggi il pane è già duro dalla mattina alla sera
per essere fatto di tutt’altro

oggi
me lo faccio io

per la farina m’accontento di quella detta zero
e il lievito sarà di birra

500gr in una zuppiera capiente
mezzo cucchiaino di sale marino
un cucchiaino di malto per attutire il bianco della farina
mezza bustina di lievito di birra
acqua
al tocco calda piacevolmente
quanto basta ad impastare senza che s’appiccichi
un panno
e una coperta
a coprire bene la zuppiera
2 ore di riposo
impastare nuovamente
sino a buona consistenza
spolverando con farina
modellare la forma che piace
inciderla sopra con un coltello linee a piacimento
(per la pagnotta una bella croce)
tra due panni e una coperta avvolta a riposo per altre 3 ore
forno a 180°
per 20 – 30 minuti
un buon odore di pane a stuzzicar le nari è indice di fine cottura
bé si fa prima dal panettiere a comprarlo belle e fatto
triplo lol

ma non sarà altrettanto buono

nb
per averlo per il pranzo
occorre iniziare alle 6 – 7 del mattino
per via dei tempi
morti

a casa dei miei genitori
negli anni ’40
s’iniziava alle 5 del mattino col separare al setaccio la crusca
e poi la semola dalla farina bianca
questa buona a far dolci
e si ardeva il forno a legna nel tardo pomeriggio
e il pane caldo lo si aveva per la cena
ma erano altri tempi

Un pensiero su “ma non sarà altrettanto buono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...