cicale

avola
comune del siracusano
nella sicilia sud-orientale
sul mare ionico
fu fondata
dopo il terribile terremoto del 1693 che fu
disastroso
per tutta l’area dei monti iblei
e causa
di un maremoto nelle acque catanesi
che inondò la città facendo più danni e morti
di quanti il terremoto ne avesse procurati

avola
fu fondata per accogliere i contadini dei nobili latifondisti
che le loro abitazioni lussuose se le ricostruirono a noto in un’area
sopraelevata e panoramica dei monti
che s’affaccia sulla piana
d’avola
e poi sul mare

la piana d’avola è fertile ed è luogo di giardini di agrumi
vigneti (famoso il nero d’avola)
uliveti
mandorleti (famosa la mandorla pizzuta d’avola)
orti rigogliosi

sulla statale 115
che inizia a siracusa e percorre tutta la costa meridionale della sicilia
per raggiungere poi a termine la lontana trapani
con uno sviluppo di 383 chilometri
(il tracciato antico era di 409 chilometri)
superata cassibale
(l’8 settembre 1943
gli italiani
firmarono qui
in un casolare della marchesa di cassibile che ospitò lo stato maggiore degli alleati
la loro resa incondizionata)
inizia la piana d’avola

nei giorni estivi immersi nella caligine dello scirocco
caldo e umido
(il ghibli per i libici più a sud)
e della radiazione solare del mezzodì
quest’angolo di sicilia
può avere temperature superiori a 43° tal
che
più di una volta
la vecchia ferrovia è andata fuori uso per dilatazione delle giunture dei binari

negli anni in cui ancora l’agricoltura non era avvelenata da pesticidi e affini
l’automobilista
temerario
al caldo e all’afa terribili dei mezzodì dei giorni estivi
percorrendo la piana d’avola
debitamente con tutti i finestrini aperti
se no
sarebbe soffocato e mummificato
aveva
anche
d’affrontare
l’assordante e incredibile cicaleccio di migliaia di cicale non visibili
e
raggiunta noto
rimanergli ancora nelle orecchie il frastuono di quelle
accentuato
dai silenzi e la solennità della nobile quieta

cittadina barocca

3 pensieri su “cicale

    • Io sono astemia e conosco poco di vini; ma so che a Pachino, a ridosso di Avola, più a sud, famosa per i pomodorini ciliegine, producono un vino rosso cupo, in controluce nel bicchiere ferma i raggi solari, venduto per tagliare vini che faticano in gradazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...