vita all’aperto

d’una gatta i suoi cinque cuccioli
zampettano
incerti
l’aiuola qui ombrosa
gli occhi belli
ceruli
nel vuoto persi ancora spenti

la mamma in terra morbida s’allunga e non han bisogno d’occhi
l’odore
del suo buon latte è richiamo forte preciso irresistibile
il più sveglio è già a ciucciare per primo spaparanzato comodissimo
si accomodano gli altri senza indugi svelti ai loro bei posti migliori
trova ingolfo l’ultimo men reattivo piccinino
miagola
cerca luogo
scivola
zampetta il vuoto
si dispera

una mano amorevole
lo sistema
tra gli altri che non han cura a far luogo
e alla mamma si attacca anche lui
finalmente
ingozzandosi recuperando il perso
senza
ritegni
rumorosamente

la mamma sonnecchia mammona lasciando fare rilassata

2 pensieri su “vita all’aperto

    • Oggi in rai-scuola davano un’intervista a un biologo marino. Questi diceva che i batteri e i virus presenti nei mari, a tutte le profondità, anche nei così detti laghi ipersalati, asfittici, che ivi si trovano oltre i 3000 metri sotto, complessivamente pesano quanto un numero sbalorditivo di grosse megattere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...