come rapida tumultuosa

come rapida tumultuosa di fiume
incanalata tortuosa tra
ripide
e rovinose
pareti
di
rocce e
massi
e spuntoni e
gorghi
turbolenti
scendo
saltellando agile sui piedi e scelgo il masso
il sasso
l’anfratto migliori sfiorati
appena
come farfalla che d’ali si trasporta
leggera
ora s’un fiore ora
s’un altro
qui lì tessendo trame che a lei
sola
non
sono
complesse

in cielo
ove
l’azzurro
è un nastro dipanato
tortuoso
tra le pareti alte di
roso
calcare
cavernoso
un nibbio reale volteggia padrone d’ali fermo dominando il vento
le invisibili correnti e le
ali
portandolo
famelico
ove spera trovare la sua
preda
che ignara tesse il suo quotidiano sereno

il rio favara raggiunto al fondo sereno scorre di tintinnii liquidi piacevoli
volteggiano libellule
e girini si agitano frenetici in pozze chete percorse
da gerridi che vi zampettano sopra come senza peso
fischia un merlo
zampettando
lui
tra
i sassi
d’un bivacco giunge acre l’odore di fumo e gli echi di passi
s’abbuia la sera di ombre più scure
è tempo

risalgo la china come lepre che fugge lesta al cane che latra incalza
tortuosa
la
via ora
tra le case che odorano di cene

a casa sono che il desinare è già in tavola e… lieta ho ancora gli occhi di tanto

2 pensieri su “come rapida tumultuosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...