Sotto il cielo c’è il male

 

img_0048-min

JB, febbraio 2022

 

Parole scritte prima della guerra in Ucraina.

So che il male del mondo inizia dentro di me: nella mia rabbia, nelle mie pretese.

No, il delirio di onnipotenza non è solo un problema di Putin.

 

Già si allungano i giorni in febbraio
Nell’azzurro sprofondano i cieli
lassù in alto e più nulla li sporca.
Spazza il vento ogni fumo e tristezza

Come è bello il tuo cielo in febbraio
e il tuo limpido sole una festa
gialla e viva che abbraccia e conforta.
Vinca luce ogni notte e amarezza

Slancio d’impeto, un turbine d’aria
scuote il verde del cedro dai sonni
degli immobili istanti d’inverno.
Come il cedro, perturba stanchezza

Sembra strano che il male sussista
pervasivo, efficace e costante
sotto un cielo così puro e bello.
Rendi forte ogni mia debolezza

 

 

21.II.2022

 

Versione inglese

8 pensieri su “Sotto il cielo c’è il male

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...