In memoriam

Scritta nell’anniversario della morte e sotto l’influenza delle letture di Dante di Franco
Nembrini: in questo caso il Canto III: gli ignavi.

Non ti ho mai conosciuto. Nemmeno
tu mi hai visto. Non mi mostro agli amici.
Una vita nascosta
non ha senso né sale. Non serve
Io non servo
perché nessuno servo.

Tu sei stato e risei e sei meglio.

Siamo stati vicini per anni
ora sei d’altra luce e rimani.
Architetto.

Sono palpebra chiusa nell’ombra,
velo nero che il cielo nasconde.
Sono come
il mio fumo.
Dei miei vermi
mi nutro
io che tutto rifiuto.

Chiedi a Dio di me tu
che riabbia sostanza

24.I.2016

 

Versione Inglese

Annunci

3 pensieri su “In memoriam

  1. …maggiorenne forse lo era
    malgrado il suo viso adolescente
    e il portamento giovanile
    scesa dall’auto
    d’uno che ripartì subito
    si sedette minuta alla sua panchina
    con naturalezza raccolta
    nel suo angolo espositivo
    assorta
    sul suo smartphone
    a riprendere
    un’interruzione
    di capitale
    recupero

    la tangenziale alta a margine e una strada sotto rotate folte
    un viale polveroso
    un filare di platani spogli
    poi un prato
    e un muro cimiteriale
    il cielo
    e il gracchiare
    di
    cornacchie
    lontane auto in sosta e un gruppuscolo sparuto di senza affanni

    lei nera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...